Ma che sapore ha la Felicità

I “momenti felici”, come piace chiamarli a me, sono tutti quegli istanti in cui un semplice sorriso ti spunta sul viso e tu neanche te ne accorgi, sono quegli attimi in cui non pensi a nulla perché non c’è motivo di affollare la mente con i pensieri di tutti i giorni, sono quei momenti in cui ti va di dire tutto, ma alla fine non dici niente, e va bene così. Nei “momenti felici”, sei te stesso, non ti importa di quello che pensano gli altri, non ti importa delle domande e neanche delle risposte. In quei “momenti felici”, potrebbe anche venirti voglia di urlare, e gridare al mondo intero cosa ti sta scoppiando dentro, perché i “momenti felici” sono anche quelli che si condividono con gli altri. Potrebbe accadere di versare qualche lacrima, di regalare sorrisi inaspettati, di mettersi in un angolino ad osservare come gira il mondo, o saltare fuori dal proprio guscio e godere di ogni singolo secondo. I “momenti felici”, restano tali e nessuno può scalfire la dura corazza che li protegge. I miei “momenti” sono quelli che hanno il sapore della FELICITA’.

BUONGIORNO ! 

Questa volta lasciate che sia felice,
non è successo nulla a nessuno,
non sono da nessuna parte,
succede solo che sono felice
fino all’ultimo profondo angolino del cuore.

Camminando, dormendo o scrivendo,
che posso farci, sono felice.
Sono più sterminato dell’erba nelle praterie,
sento la pelle come un albero raggrinzito,
e l’acqua sotto, gli uccelli in cima,
il mare come un anello intorno alla mia vita,
fatta di pane e pietra la terra
l’aria canta come una chitarra.

Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,
tu canti e sei canto.
Il mondo è oggi la mia anima
canto e sabbia, il mondo oggi è la tua bocca,
lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia
essere felice,
essere felice perché sì,
perché respiro e perché respiri,
essere felice perché tocco il tuo ginocchio
ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo
e la sua freschezza.
Oggi lasciate che sia felice, io e basta,
con o senza tutti, essere felice con l’erba
e la sabbia essere felice con l’aria e la terra,
essere felice con te, con la tua bocca,
essere felice.

Ode al giorno felice – Pablo Neruda

PH by: Mauro Grosso Fotografo

 

Rispondi