Quando l’amore chiama: seguitelo

♥ Era piccola quando scoprì di poter amare e di poter essere amata. Piccola, forse anche troppo! Ma non poteva comandare l’Amore. Non riuscì a evitare all’Amore di insediarsi nella sua vita. Quando la chiamò dovette rispondergli per forza. Diventò parte di lei e non riuscì più a toglierselo di torno. 

Poi l’Amore le fece un brutto scherzo. Come arrivò così scappò. Poi tornò di nuovo. Sembrò che l’avesse lasciata da sola, ma  in realtà continuava a guardarla da lontano.

Un giorno alzò gli occhi al cielo. Quel giorno era pieno di nuvole. Iniziò a parlargli mentre la mano cadeva nella sua e la stringeva come se avesse avuto paura di essere abbandonata.

«Le nuvole hanno colori meravigliosi», disse con il naso all’insù.

«Cosa?» rispose lui stranito da quella esclamazione.

«Sì, le nuvole sono colorate, non vedi? Sono bianche quando il cielo è tranquillo. Vanno dal rosso al giallo, passando per il rosa e l’arancione, al tramonto. Diventano scure, grigie, quando il brutto tempo minaccia pioggia, fino a farle diventare nere – un po’ come i tuoi occhi – tra lampi, fulmini e saette. E poi…» sospirò. «Poi quando dopo la pioggia arriva l’arcobaleno, le nuvole diventano magiche, e allora le vedi perfettamente. Sono come la vita. Sono piene di colori!» ♥

Rispondi