ABOUT ME

Timida, altruista, gentile.

Capelli lunghi, lisci all’apparenza, e sempre sciolti.

Scarpe con i tacchi e una discreta collezione di ballerine.

Due cuscini, uno alto e uno basso, tosse cronica, miopia.

Ragù della mamma, pizza fritta e sfogliatella bollente alle sei del mattino.

Tubino, jeans, orologio sempre al polso e gioielli della nonna.

Meridionale, musica italiana e tanto swing.

Serie tv, film il venerdì sera e una libreria da allargare.

Mare, mare, e ancora mare.

Patente B, cambio manuale e fuoristrada per tutta la vita.

Acqua naturale, mozzarella, pomodorini e rucola.

Scout, pianista e accumulatrice seriale di cose inutili.

Estate al mare, e inverno pure.

Molti pensieri, tanti sogni e una mente piena di ricordi.

Mimetica, camice bianco, giacca e cravatta.

Cioccolato fondente, torte con la panna e una dieta mai iniziata.

Macchina fotografica, viaggi e centinaia di chilometri.
Mi chiamo Lidia, e questa è la mia Storia.

Per i più precisi

Lidia Padricelli. Classe 1983.

Aspirante giurista, mi definiscono una sognatrice e un’idealista incallita. Credo nella giustizia, in tutte le sue “forme”.

Autocritica da sempre, altruista per scelta e diffidente per colpa degli altri.

Introversa e riservata, sincera e schietta. Dicono di me che sono una tipa precisa, semplice ma che colpisce dal primo istante. Mi chiamano “la Colonnella”, perchè a qualcuno ricordo Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti, e questo non mi dispiace.  Mi faccio guidare dall’istinto, sempre. Credo nelle sensazioni a pelle, e nei colpi di fulmine, quindi la prima impressione è quella che conta, poi: se son rose fioriranno. Prendo tutto, da tutti…e se passi nella mia vita anche per solo cinque minuti, ricordati che, per me sono sufficienti lo stesso. Ho una memoria pazzesca, e una sfrenata passione per il colore verde, perchè è risaputo: “Chi di verde si veste, di sua beltà si fida”.

Sono legata ai valori tradizionali, non amo il conflitto anche se a volte tendo ad essere un pò perfezionista, anche con gli altri. Nonostante questo, amo l’uguaglianza e so comprendere senza giudicare. Autoironica, faccio di tutto per creare armonia. Insomma, un “cancro perfetto” se vogliamo credere agli oroscopi. Sono un leader silenzioso, come mi descriveva la mia maestra delle elementari. Suono il pianoforte dall’età di sette anni, ho frequentato scuole di musica, conservatorio, e conseguito con successo i miei piccoli traguardi. Oggi, suono per me, anche se non vi nascondo che ogni tanto sopraggiunge la nostalgia per Bach e compagni.

Nel tempo libero, do sfogo a tutte le mie passioni, e devo ammettere che sono tante. Non riesco a stare un attimo ferma, adoro avere le mani in continuo movimento e la mente occupata. Adoro cucinare, dolci soprattutto, ma per sopravvivere mi sono impegnata anche ad imparare altro. La passione per la cucina e per il buon cibo per me è sinonimo di condivisione, famiglia e amicizia.

La Gentilezza è la mia regola, e la Dolcezza il mio pane quotidiano.

La mia passione più grande? La scrittura. Sono una divoratrice di libri e sto provando a scriverne uno. Di cosa parla? Non lo rivelo… magari un giorno sarà tra gli scaffali di casa tua.

Per collaborazioni  e per raccontarmi le vostre storie scrivete a: lidia.ilcantodellaluna@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: