Tag: consigli di lettura

AMORE REALE – Royal Series #1

LA CATTIVA REPUTAZIONE È TEMPORANEA, LA CELEBRITÀ È INCOSTANTE,   MA IL SANGUE BLU… IL SANGUE BLU È PER SEMPRE.

Trama:

Nicholas Arthur Frederick Edward Pembrook, principe di Wessco, detto “Sua Bollente Altezza”, è un uomo affascinante e sfacciatamente arrogante. Come biasimarlo: è difficile essere modesti quando tutti si sperticano in continue genuflessioni al tuo passaggio. Ma, in una gelida notte a Manhattan, il principe incontra una ragazza bellissima dai capelli scuri che non si inchina davanti a lui. Anzi, gli lancia addirittura una torta in faccia… Uscire con un principe non è proprio tra le cose che la giovane cameriera Olivia Hammond si aspettava potessero accaderle. Le smorfie di disprezzo sul volto della regina madre, l’accanimento dei paparazzi e il diffondersi a macchia d’olio di gossip di ogni tipo sgomenterebbero chiunque. Ma agli occhi di Olivia, Nicholas, tolta la corona, è un uomo affascinante, uno per cui vale la pena lottare. Nicholas dovrà decidere se piegarsi alle convenzioni e diventare il re che la sua famiglia si aspetta che sia, o restare l’uomo che sente di essere e amare Olivia per sempre…

La Recensione di Lidia:

Emma Chase, ancora una volta, non delude le mie aspettative. Con il primo capitolo di questa serie conosciamo la storia di un principe, uno di quelli veri. Ragazzo impertinente dal cuore tenero, Nicholas è il prototipo del “bello e impossibile”. Mi sono lasciata incantare dai suoi pensieri, spesso polemici, ma profondamente veritieri. Dal primo capitolo, il suo personaggio cattura e lascia intendere che l’intero romanzo sarà una graziosa scoperta che vi terrà con il fiato sospeso, in tutti i sensi.

La storia parte dal piccolo stato di Wessco per poi ambientarsi a New York.  L’idea di collocare il romanzo in un luogo immaginario – il primo – è stato originale, e io che sono un’eterna sognatrice sono riuscita a immaginare questo piccolo regno, raccolto e intimo, il castello e tutti gli elementi descrittivi che hanno aiutato nella lettura. Prima di partire, Nicholas ha un incontro con sua nonna che lo spedisce nella città della Grande Mela per recuperare, letteralmente, suo fratello minore Henry che ne sta combinando un’altra delle sue. Henry è dissoluto e poco virtuoso e sta mettendo il trono in cattiva luce, soprattuto in un periodo in cui i rapporti con la politica stanno diventando delicati. La regina madre fa una proposta al giovane principe, e Nicholas che risponde alla nonna in maniera tutt’altro che positiva, non può credere alle sue orecchie. C’è solo una cosa che potrà riportare la corona a risplendere come una volta. Uno degli eventi più importanti per una famiglia reale: un matrimonio, e Nicholas che è il primo in linea di successione, perché i suoi genitori sono scomparsi in un disastro aereo, deve soccombere ai piani dell’unica persona sulla faccia della terra a cui debba dire costantemente “si“. 

 

Parte alla volta degli Stati Uniti con Simon, il suo migliore amico, e una sera durante una tempesta di neve, si rifugerà in una caffetteria, un posto tranquillo dove incontrerà una ragazza, la protagonista dal bel caratterino – come lo definisco io – che improvvisamente metterà ko tutte le sue sicurezze. Olivia, detta Liv, è una newyorkese doc. Gestisce la caffetteria di famiglia e vive con suo padre e sua sorella più piccola. Anche lei sembra  condividere lo stesso destino di Nicholas. Sua madre è stata aggredita in una stazione della metropolitana ed è morta. Da allora, Olivia cerca, con tutte le sue possibilità, di mandare avanti l’attività aperta dalla madre, perché è l’unica cosa che continuerebbe a tenere in vita il suo ricordo, soprattutto per suo padre che ha problemi di alcool.  Olivia ne eredita la passione e la sua specialità è la preparazione di torte. Proprio una sera, Nicholas si ritroverà nella sua caffetteria per caso, ma il loro incontro non va alla grande. Nicholas è ubriaco e per quanto Simon cerchi disperatamente di mettere a tacere le sue continue figuracce, il Principe fa una caduta di stile di quelle che avrebbero fatto incavolare chiunque. Le offre dei soldi per portarsela a letto e Olivia che non sa chi lui sia, e non sopporta la sua sfacciataggine, risponderà a quell’uomo spavaldo e dalla voce morbida come il velluto, con una bella torta in faccia. Ma Nicholas ha suscitato in Olivia una certa curiosità e lei ammette a se stessa di essere stata provocata, ma di aver provato anche una certa sensazione di euforia nelle parole pronunciate da quella bocca a cui non riesce a smettere di pensare. Dopo qualche giorno, scoprirà la sua vera identità e tra i due inizierà una relazione in cui la “libertà” sarà la preda più ambita.

Olivia capisce ben presto  che in fin dei conti anche Nicholas, come lei, si nasconde dietro una corazza. Si ritrovano a parlare delle loro vite come se fosse la cosa più naturale del mondo, come se lo avessero sempre fatto e come se ognuno di loro rappresentasse per l’altro l’unica valvola di sfogo. Sembra che al mondo solo Olivia possa capire Nicholas e viceversa.

Sono sincera, quando mi è capitato tra le mani questo romanzo, prima di leggere le critiche e le opinioni non solo dei vari blog italiani, ma anche di quelli oltreoceano, ho sperato di non ritrovarmi a leggere la solita storiella della “Cenerentola in cerca del principe azzurro”, come quella che spesso si vede in tanti film. Questo romanzo è tutt’altro che questo. Molti lo hanno definito un cliché, io la penso diversamente. È un mix di scene di vita che sembrano irreali, ma che credo esistano davvero, lì da qualche parte nel mondo. Raccontare una storia del genere è un po’ come un’arma a doppio taglio ben affilata – la stessa scrittrice lo ha dichiarato nei ringraziamenti – per cui, o si è totalmente banali o si riesce a scrivere una storia favolosa. I personaggi sono stati creati in maniera perfetta e ho scoperto, con stupore, la bravura di Emma Chase nell’immedesimarsi nel ruolo maschile. In vita mia è accaduto poche volte. Leggere il pov di Nicholas è stato quanto di più coinvolgente potessi aspettarmi da un personaggio maschile. Si descrive in maniera impeccabile e lascia intendere al lettore tutte quelle che sono le sfaccettature del suo personaggio. I dialoghi sono impostati alla perfezione e scorrono senza problemi. Così come i monologhi che permettono di capire al 100% il suo punto di vista. Stessa cosa accade per  Olivia, personaggio femminile che è tutto fuorché una classica Cenerentola. È una ragazza in difficoltà che però non chiede aiuto a nessuno perché vuole farcela da sola. Il suo orgoglio a volte fa quasi timore e spinge a fare un passo indietro. Ovviamente indovinate chi sarà l’unico a smorzare questo suo bel caratterino? Il nostro principe che, quando si ritrova al suo fianco, mette da parte la corona e torna a essere un uomo normale.

I personaggi sono realistici e permettono al lettore di divorare letteralmente la loro storia. Le scene – anche quelle più forti – sono un mix perfetto di sensualità e di esternazione di un sentimento che arriva subito, ma che i personaggi tengono a bada per non illudersi. Perché è proprio questo che tiene con il fiato sospeso: riusciranno i nostri personaggi a coronare il loro sogno d’amore oppure no? Leggete e lo scoprirete.

Condivido la critica del Washington Post: «Poche scrittrici sanno rendere realistici i personaggi maschili come Emma Chase».

Amore Reale è il primo capitolo della Royal Series. La pubblicazione di Incontro Reale è prevista per l’8 febbraio e non vedo l’ora di leggerlo. Sempre edito dalla Newton Compton,  il secondo capitolo della serie racconterà la storia di Henry, fratello minore di Nicholas che incontriamo a metà del romanzo e che mi ha incuriosito davvero moltissimo.

Aspetto i vostri commenti se avete letto il romanzo di Emma Chase e vi aspetto per la prossima recensione.

SCHEDA

Titolo: AMORE REALE
Autore: EMMA CHASE
Serie: ROYAL SERIES ( VOL.1)
Editore: NEWTON COMPTON
Data: 22 giugno 2017
Genere: CONTEMPORARY ROMANCE
Prezzo: Copertina Rigida 8,50€ Ebook 5,99€

IL VOTO DI LIDIA: BELLISSIMO

 

EMMA

♦♦♦

“Non credete sia in questa manciata di minuti, quando giorno e notte si incontrano, quando luce e buio si sfiorano, la più grande espressione di forza e di vita? Due mondi opposti si scambiano tra loro di ruolo…” 

♦♦♦♦♦

Trama:

Emma è una ragazza semplice dall’inconsapevole fascino magnetico.
La sua vita tranquilla, al confine dell’invisibilità, verrà sconvolta da un cambiamento radicale e improvviso che la catapulterà nel complesso e violento mondo di streghe e vampiri. Un’inaspettata e travagliata transizione ne muterà in modo definitivo la natura e l’essenza trasformandola in un essere sovrannaturale mai esistito prima.
Quando la straordinaria ragazza, accompagnata dai suoi amici di sempre e da un nuovo viscerale amore, si troverà ad affrontare con coraggio la sua nuova vita imparando ad amarla e ad amare se stessa come mai prima, scoprirà di possedere uno sconfinato e incontrastabile potere.
Un’appassionante e intensa storia di amicizia, fratellanza e amore.

La Recensione di MARIALUISA:

Emma è una ragazza come tante altre: studentessa poco incline allo studio delle “lingue morte”, amante del caffè e innamorata del suo gatto Gastone. Introversa e fragile. Bellissima nella sua semplicità.
Da inguaribile sognatrice qual è, si perde spesso tra i mondi magici che va immaginando, annotando, sui suoi diari, storie capaci, per affinità con quelle che le raccontavano, di tenerla in connessione con i suoi genitori, morti quando lei era solo una bambina.
Quelle storie, però, da qualche tempo, hanno preso vita nei suoi sogni.
Sogni in cui, una forte e temeraria Emma, corre tra boschi di querce brandendo spade, in perfetta e profonda connessione con i quattro elementi di Madre Terra.
Sogni nei quali Emma non è mai sola, ma in cui percepisce chiara la presenza di qualcuno.
Peccato doversi poi svegliare e lasciare il posto alla ragazza anonima di sempre.

“Entrando in bagno vide la sua immagine riflessa nello specchio.
Si fermò a osservarsi.
Quel confronto cancellò in modo definitivo il ricordo del sogno.
La donna forte e sicura di sé che brandiva la spada cedette il posto alla Emma di tutti i giorni: un metro e sessanta per poco più di cinquanta chili.”

Un ruolo fondamentale nella vita della nostra protagonista, romana di nascita, trasferitasi poi a Zurigo, è giocato dall’amicizia.
È la sua amica Serena che si trasferisce a Zurigo con lei ed è sempre Serena che, insieme a Dim e Martha, decide di organizzare un viaggio per la festa di compleanno di Emma che, senza pensarci due volte, sceglie Praga.
Lei, però, non ricorda di essere già stata in quella città e di aver abitato nella stessa casa che ora li ospita.
Attraverso i suoi sogni e la sua anima, guidata da Serena e Martha, Emma scoprirà quei tasselli della sua vita che non sapeva le mancassero. Si avventurerà in quei mondi che fino ad allora aveva solo immaginato, verificando con i propri occhi come il confine tra reale e magico sia sottile.
Da ragazza comune, si scoprirà erede di un potere immenso, generato dalla fusione di due mondi opposti, dall’incontro del giorno e della notte, dall’amore di una strega e un vampiro.

Può la semplice e fragile Emma lasciare il posto al più potente tra gli esseri immortali? L’Ibrido annunciato da antiche profezie e protetto da chi, celando la propria natura, ha vegliato su di esso.
Insieme a Emma scopriremo la vera natura di Serena, Martha e Dim e il compito ad essi affidato. Con lei, ci innamoreremo di Gabriel, presenza costante e silenziosa nella sua vita e nei suoi sogni.

Francesca Pace ci regala la storia di una giovane ragazza che si scopre sotto una nuova luce e che affronta con coraggio la sua vera natura.
Di fronte agli eventi che si scatenano fin dal primo manifestarsi dei suoi poteri, Emma è capace di accettare il mutamento in atto con molta più serenità di quanto lei stessa potesse immaginare.
Arrabbiata e delusa, all’inizio, per essere stata ingannata dai suoi amici, rei di non averle detto la verità fin quando non era stato più possibile celarla, Emma ci dimostra, poi, come amicizia e amore siano motore della vita e valori capaci di infondere coraggio e forza.


Nell’eterna lotta tra il bene e il male, tra luci e ombre, non mancano i colpi di scena, raccontati, con grande minuziosità di particolari, negli scontri con Danielle, splendida vampira antagonista di Emma, e nella lotta tutta interiore di Emma e Gabriel, legati da un’apparente insana attrazione e allo stesso tempo da un profondissimo amore.
Permettetemi di lasciare un po’ di spazio alla mia anima romantica e di raccontarvi come mi sia perdutamente innamorata di Gabriel.
Le mie amiche dicono che ho una strana passione per i “bad boy”, ma la verità è che amo le anime tormentate, in perenne lotta con se stesse e i propri sentimenti, convinte di non meritare alcuna compassione, di certo non la grazia dell’amore.
Anime che si credono destinate alla solitudine e che invece trovano la beatitudine nella fusione con l’altro.

Emma e Gabriel si sentono attratti l’una dall’altro ma non riescono ad accettarlo da subito e nel loro punzecchiarsi a vicenda, in cerca di un contatto continuo e allo stesso tempo nel vano tentativo di celare i propri sentimenti, mi hanno ricordato Elizabeth e Mr Darcy di Orgoglio e Pregiudizio.
E proprio come nel capolavoro di Jane Austen, ho esultato di fronte ad una protagonista che decide di prendere in mano la sua vita, senza piegarsi ai condizionamenti del suo status; che non accetta il ruolo di “principessa da salvare” o “donzella da proteggere”, ma anzi, quando ne ha piene le scatole, prende di petto la vita e affronta il suo nemico. Emma come Lizzy, poco cambia se il nemico è una Società che ti vuole per forza moglie o una vampira che ti vuole, per forza, morta.

Chi ha avuto modo di seguire le mie recensioni, avrà notato che il genere che prediligo è il Romance, anche se spesso mi lascio tentare da altri, affini a esso, come ad esempio il Paranormal Romance, o del tutto estranei, come l’Horror.
Ai più attenti, poi, sarà saltato subito all’occhio che, quando decido di dedicarmi a qualcosa di “nuovo”, spesso e volentieri mi avventuro nel caleidoscopico mondo della CE Dark Zone Edizioni, anche questa volta capace di trascinarmi fuori dai soliti schemi.
Preparatevi, perché “Emma” è solo il primo volume della fortuna serie “The Hybrid’s Legacy Saga” e ho intenzione di catapultarvi nel mondo di Emma, Gabriel e dei loro amici, nelle settimane a venire.

Ci rivedremo a breve con il Volume 2. “VINCOLO DI SANGUE”.

Nel frattempo, a tutti i nostri lettori, auguro un sereno Natale. Passate il tempo con le persone che amate e siate felici!

TITOLO: EMMA
AUTORE: FRANCESCA PACE
EDITORE: Dark Zone Edizioni
PAGINE: 464
DATA: I edizione 2013. VI edizione dicembre 2017
SERIE: The Hybrid’s Legacy Saga
               Volume 1. “EMMA”
               Spin off “GABRIEL.Il sigillo della tredicesima runa”
               Volume 2. “VINCOLO DI SANGUE”
               Spin off “PATRICK Il Guardiano dell’Ordine di San Michele”
               Volume 3. “HYBRID”

IL VOTO DI MARIALUISA:

5 LUNE

BELLISSIMO

Nuove Recensioni in Arrivo

Rieccomi qui!

Finalmente oggi il mio piccolo angolo di pensieri, parole e consigli di lettura riprende a funzionare “correttamente”. Ebbene sì, ho usato proprio la parola giusta! Purtroppo in queste ultime settimane il blog è stato talmente affossato dallo spam che ho dovuto capire come fare a impedire a “certi utenti” di continuare a turbare la quiete che qui solitamente regna sovrana. Ora è tutto sistemato e io finalmente posso riprendere a scrivere senza essere disturbata.

Ma veniamo immediatamente alle prossime recensioni. Avevo due libri in sospeso. Due romanzi, due storie che vorrei consigliare e di cui non vedo l’ora di parlarvi.

Lucrezia Scali con il suo nuovo romanzo L’amore mi chiede di te, si riconferma tra le mie letture preferite. Adoro il suo stile, delicato e mai ridondante. Mi sono innamorata di questa cover dal primo momento che l’ho vista. Quei colori che rilassano la mente e aprono anche un po’ il cuore.

Stavolta l’autrice del bestseller Te lo dico sottovoce (link della mia recensione: Te lo dico sottovoce ) ci porta a Roccamonte, una cittadina tranquilla, dove non succede mai molto. Per questo fa notizia anche l’apertura di una tisaneria: a gestirla è Selva, una ragazza arrivata da poco in paese. Considerata strana sin da piccola, per i suoi gusti diversi dalle coetanee, Selva ha un dono particolare: è brava ad aiutare chi è in difficoltà. Per qualsiasi problema, lei ha pronto un rimedio a base di erbe. Enea è il primo cittadino di Roccamonte: disponibilissimo con tutti, gentile e cordiale. Eppure assolutamente restio a lasciarsi coinvolgere. Tanto meno da Selva, con la quale Enea non sembra avere niente in comune. Ma nonostante si ripeta che deve starle alla larga, non può negare, almeno a se stesso, di esserne attratto. Quando finalmente tra i due sta per nascere qualcosa e lui pare deciso a lasciarsi andare, qualcuno fa ritorno in paese… Qualcuno che appartiene al passato di Enea.

Continueremo il nostro viaggio e ci sposteremo a Londra con i personaggi del primo romanzo di Alessia D’Ambrosio. Una trilogia che parte con il piede giusto e che ha riscosso un grande successo già dal primo giorno della sua pubblicazione.

Come rette parallele racconta la storia di Isabella, che lascia l’Italia per ritrovare se stessa.  Alle spalle ha una delusione d’amore che l’ha segnata e una realtà da vivere tutt’altro che semplice.

Quando la vita che stai vivendo non ti offre più nulla, hai un’unica possibilità: cambiare.
Isabella sogna un lavoro migliore, un riscatto in campo sentimentale, una vita sociale più dinamica. È con questi propositi che vola alla volta di Londra, città che le è sempre rimasta nel cuore. Durante la prima uscita con i suoi nuovi amici, Isabella si imbatte in Christopher, giovane avvocato in cerca di indipendenza. Complice un drink di troppo, i due ragazzi vivranno una notte di passione che li segnerà profondamente.
Sebbene Isabella e Christopher decidano di dimenticare quell’episodio e continuare i propri percorsi su binari differenti, il destino si metterà in mezzo per farli incontrare di nuovo. Ma quanto vale una passione? E se in gioco ci fosse il vero amore? Christopher sarebbe disposto a rinunciare alla stabilità tanto agognata per una sconosciuta? E Isabella si precluderebbe davvero la possibilità di vivere una vera favola, con tanto di principe azzurro, per una storia che forse non ha futuro?
Due rette parallele non possono incrociarsi, ma è davvero così semplice smettere di provarci?

VI ASPETTO

 

 

 

Consigli di Lettura

Vi segnaliamo un’altra interessante uscita proposta dalla casa editrice Les Flâneurs, disponibile dal prossimo 23 ottobre.

 

Titolo: In Ogni Tuo Segno
Autore: Veronica Pigozzo
Editore: Les Flâneurs Edizioni
Collana: Eiffel
Formato: Digitale Prezzo: 3,99€

Trama:

Faccia da schiaffi, corpo tatuato da cima a fondo, il più grande talento musicale che l’Alabama abbia mai partorito.
Red Jackal, all’anagrafe Jackson Caleb Myers, ha un unico obiettivo nella vita: far sì che la sua demo venga notata da una grossa etichetta discografica e sfondare nel mondo del Rap.

Per questo affida la realizzazione della copertina allo studio del suo migliore amico, chiedendo che venga creata dal miglior grafico del team.
Di sicuro Jax non immagina che dietro quella figura si nasconda Alyssa Jones, un sogno dai lunghi capelli biondi intrecciati come quelli di una guerriera del ring e dallo sguardo tagliente, incastonato su un viso da bambola.

Sebbene la fama di Jackson gli abbia sempre garantito libero accesso alle donne, questa sfida pare essere molto più dura del previsto. Che cosa cela lo sguardo fiero e determinato della ragazza più bella che abbia mai conosciuto? È un segreto che nessuno conosce ma che lui ha tutta l’intenzione di scoprire. E quando Jackson avrà ottenuto quello che vuole, saprà preservare con tutte le sue forze l’inaspettato e raro sentimento che ha travolto lui e Lys o manderà tutto all’aria non appena i fantasmi del passato torneranno a mettergli i bastoni fra le ruote?

IN BOCCA AL LUPO 😉

Consigli di lettura… aprile in fiore

In uscita, oggi, 4 aprile 2017, il nuovo romanzo dell’amica/collega Chiara Trabalza…

Una storia che non vedo l’ora di iniziare… spero di condividere al più presto le mie impressioni con voi 😉

Sinossi:

Alice ha trent’anni, meravigliosi occhi verdi pieni di segreti e un passato doloroso che le ha lasciato molte cicatrici. Quando il dolore diventa troppo grande da sopportare, scappa via dalla sua casa e dalla sua vita, per rifugiarsi nella piccola Positano, dove vive sua nonna. E qui, dove l’aria è intrisa del profumo dei glicini e dei limoni e dove il mare parla al suo animo inquieto, Alice incontra Luca, un uomo schivo e solitario che sembra volerla evitare e tenere alla larga. Ma anche Luca nasconde un segreto doloroso, perseguitato dai fantasmi di un passato che si rifiuta di affrontare, ha chiuso le porte delle sue emozioni, per proteggersi da ferite nascoste che ancora sanguinano. Solo Alice riesce a toccargli il cuore. Quando lui la guarda incontra gli occhi più belli che abbia mai visto in tutta la sua vita, occhi profondi che sembrano capaci di capire i suoi tormenti. Occhi in grado di farlo innamorare.
Ma, per ricominciare ad amare, Luca e Alice dovranno affrontare le loro paure, lasciarsi il passato alle spalle e imparare a guardare di nuovo l’amore negli occhi, prima di rischiare di perdersi.
Una storia di dolore e speranza, di ferite e promesse, di fragilità e forza, di sofferenza e rinascita. Una storia d’amore romantica, dolce e intensa. Perché anche dalle cicatrici possono nascere un paio di ali per ricominciare a volare.
Bisogna attraversare la tempesta per tornare a vedere le stelle.

Qualche volta succede che, per quanto due anime cercano di sfuggirsi e di restare a distanza, se è scritto che devono stare insieme alla fine si incontreranno inevitabilmente. Non si può lottare troppo a lungo contro la naturale forza dell’attrazione. Non si può resistere per troppo tempo al richiamo del cuore.

Acquista Il profumo dei fiori di ciliegio – Chiara Trabalza su Amazon

Auguri Louisa May Alcott

Il 29 novembre scorso, gli appassionati di letteratura, hanno festeggiato il compleanno di una delle scrittrici più amate ed apprezzate non solo dell’800, e che ancora oggi viene ricordata con affetto da chi, come la sottoscritta, ha iniziato ad amare i libri e la lettura anche grazie a lei. Sto parlando di Louis May Alcott, la mamma di uno dei romanzi che sicuramente molti di noi avranno letto. Il successo letterario arrivò proprio nel 1868 con la pubblicazione della prima parte di Piccole Donne, la storia di quattro sorelle: Meg, Jo, Beth e Amy, un racconto semi-autobiografico nel quale descrisse con molto senso dell’umorismo e realismo alcuni episodi e aneddoti legati alla sua infanzia e al suo rapporto con le sorelle.

louisa_may_alcott_headshot

La scrittrice nasce a Germantowon, un paese degli stati uniti d’america, il 29 novembre 1832. Seconda di quattro sorelle, proprio come viene raccontato anche nel suo romanzo, è figlia di un filosofo e di una suffragetta. La sua famiglia non restò però per sempre nella cittadina fondata dai Quaccheri Tedeschi, ma si spostò spesso, prima a Boston, infine a Concord, nel Massachusetts, dove si stabilirono definitivamente nel 1843. Louisa May Alcott scrisse il suo primo libro solo un decennio più tardi, anni difficili sia per lei che per la sua famiglia, che la costrinsero ai lavori più disparati, da sarta, ad insegnante…fino ad arrivare alla Guerra Civile Americana, dove partì come infermiera volontaria…e fu proprio in quella occasione, così si racconta, che la Alcott fu avvelenata da mercurio, che successivamente, una sera del 1888, la morte con ictus, o forse meningite, la privò della vita.
Ma la fama della scrittrice non si esaurisce con Piccole Donne. Seguiranno altri romanzi dedicati alla storia delle Sorelle March.
Il secondo libro, Piccole Donne Crescono del 1869, segue la vita delle sorelle March nell’età adulta e poi nel matrimonio.  Piccoli Uomini del 1871, invece,  narra la vita di Jo alla Plumfield School che fondò assieme al marito Bhaer, episodio narrato alla fine di Piccole Donne Crescono. Infine, l’ultimo racconto, il quarto, del 1886,  è intitolato I Ragazzi di Jo, e completa la saga della Famiglia March.

img_20161202_155416_resized

I romanzi di Louisa May Alcott sono legati ad un periodo molto bello della mia vita: quello dell’infanzia. Ricordo quando mi furono regalati, erano talmente grandi e pesanti che non riuscivo a tenerli in mano tutti insieme. Ricordo di averli letti, di aver assaporato la storia della famiglia March, immaginandole uscire dalla porta di casa con la neve durante la Notte di Natale, immaginando Jo saltare sullo steccato e perdersi nei boschi pensando al grande sogno che ha da realizzare, quello di diventare una scrittrice, penso a Meg, al suo carattere responsabile da sorella maggiore, alla vivacità di Amy, e alla dolcezza della piccola Beth…

3d9e44fe37db91ccd211962e83d724d1
La casa di Louisa May Alcott a Concord, diventata museo, che ricorda proprio quella descritta nel romanzo, e che può essere visita ad Orchard House 399 Lexington Road Corncord, MA 01742.

E’ come leggere una “bibbia”, ebbene sì: la bibbia della letteratura. Immedesimarsi nella storia della quattro protagoniste, leggere dei loro amori, delle loro scene di vita quotidiana, di qualche litigata, dei momenti belli e di quelli meno belli, mi ha arricchito e mi arricchisce ancora oggi, perché Piccole Donne è uno di quei libri che non sono caratterizzati da un attaccamento al passato, bensì è attuale, è di grande ispirazione non solo per le generazioni di ieri, ma anche per quelle di oggi e perché no? del futuro. E il periodo che si sta avvicinando, quello del Natale, è una buona occasione, per regalare ai vostri bambini, ai nipotini, a qualsiasi ragazzina o ragazzino (perché è un romanzo “senza sesso”, come dico io), per farli appassionare alla lettura, ma anche per offrire loro lo spunto per riflettere sulla vita, anche se sono ancora piccoli.  Credo di aver perso il conto delle volte che ho letto, e riletto il romanzo, è il mio preferito, e ogni anno, quando riesco a ritagliarmi qualche giorno libero, faccio spazio tra i pensieri, e ne approfitto per sfogliare ancora una volta quelle pagine, che oggi profumano di vita vissuta, e ricordare quanto sia stata per me importante la lettura e l’insegnamento che da esse ho potuto imparare.

news_img_12231-1
Numerose sono state anche la trasposizioni cinematografiche, dal 1938, al film più recente girato nel 1993. La mia preferita è quella del 1949, che vede protagoniste: June Allyson, Elizabeth Taylor, Janet Leigh e Margaret O’Brien.
Vorrei usare questo post per inaugurare anche la mia nuova rubrica: To Be A Mom. Ricordatevelo quando i vostri figli vi chiederanno di fare qualcosa insieme, qualcosa di diverso dal solito, perché un bambino che legge sarà un adulto che pensa.

Curiosità: avete mai provato i BonBon? quei gustosi cioccolatini per cui le sorelle March impazziscono?
Vi lascio gli ingredienti, e vi do appuntamento al prossimo post 🙂

Ingredienti per 30 cioccolatini:
250 g di cioccolato fondente tritato
Ripieno:
150 ml panna per dolci
1/2 cucchiaino di pimento
scorza di due clementine
150 g di cioccolato fondente tritato
2 cucchiai di Porto
30 mirtilli secchi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: