Tag: storie

E anche novembre volge a termine

Buon lunedì e buona settimana a tutti!

Oggi, vi segnaliamo alcune delle nuove uscite di questa settimana. Siete pronti per farvi catturare da tante nuove storie?

28 novembre 2017: DREAM, Desiderio d’amore – Karina Halle

Una cosa è certa: sarà un Natale indimenticabile 
Lachlan McGregor e Kayla Moore hanno combattuto così duramente per il loro lieto fine, che un Natale perfetto dovrebbe essere scontato. E invece, nonostante Edimburgo sia meravigliosa sotto le feste, i problemi stanno per arrivare. Non che a Lachlan e Kayla manchino le scintille: la loro passione è così ardente da far sciogliere persino la neve. Ma lei sente la mancanza di sua madre a San Francisco e lui continua a essere tormentato dai suoi demoni (che con il punch natalizio sono anche parecchio su di giri). Quelle che si preannunciano saranno vacanze molto movimentate… Ma la magia del Natale ha sempre qualche asso nella manica.

Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary Romance                             Prezzo: Ebook € 0,99

 

 

 

 

29 novembre 2017: LA FELICITÁ HA I TUOI OCCHI – Chiara Trabalza

Prima di tutto, è un onore segnalare il nuovo romanzo di un’amica che ormai porto nel cuore da tanto tempo. A lei, un in bocca al lupo speciale!

Sara è una donna in fuga. Scappa da un amore sbagliato, fatto di soprusi e di violenza, ha lividi sul corpo e ferite nel cuore. Cerca un modo per ricominciare a vivere e tornare a sorridere. Per farlo si rifugia in un piccolo borgo sul mare, circondata dall’affetto di sua cugina e dei suoi zii, che gestiscono un ristorante. E proprio qui, Sara conosce Michele, un uomo rude e schivo, scorbutico e pungente. Tra i due sono subito scintille. Non si sopportano, sono agli antipodi e non perdono occasione per litigare. Eppure non possono evitarsi, perché Michele è lo chef del ristorante e dovrà insegnare a Sara i trucchi del mestiere. Tra litigi, battibecchi e divertenti schermaglie, tra un pizzico di cannella e una spolverata di zucchero a velo, Sara e Michele finiscono per innamorarsi. Ma il passato torna a bussare alla porta. Non è facile guarire le cicatrici dell’anima, ci sono ferite che fanno ancora male. Sara ha troppi lividi e troppa paura. Michele ha lottato tutta la vita e nasconde un grande dolore. Entrambi hanno un passato doloroso alle spalle e ricordi da cancellare. Ma il destino riserva delle sorprese inaspettate e rimescola le carte. Perché niente è facile, ma tutto è possibile. Si può sempre ricominciare, basta crederci. E la vita, qualche volta, regala una seconda occasione. Una storia d’amore e di passione, divertente e ironica, deliziosa come una favola. Un romanzo profondo, intenso, commovente. Un amore che profuma di mare, di sogni e di cioccolato.

Editore: Self
Genere: Contemporary Romance
Prezzo: Ebook € 1,99

 

29 novembre 2017: DUST – Daniela Ruggero

Allyson è una donna delusa dalla vita, rinnegata dai genitori e cresciuta con una zia incapace di qualsiasi atto d’amore. In una notte come tante altre, ai margini della Detroit dimenticata, Allyson incontra l’uomo che le cambierà per sempre la vita. Ryan, occhi di ghiaccio e anima spezzata, si trasformerà nella sua ossessione.
Una storia d’amore che travolge, consuma e brucia.
Una passione letale che diventa dipendenza e possesso.
In un’altalena di emozioni, Allyson e Ryan, vivranno un sentimento che saprà condurre le loro anime alla deriva.

Editore: Self
Genere: Dark Romance
Prezzo: Ebook € 0,99

 

 

 

30 novembre 2017: BACIAMI SOTTO LA NEVE DI NEW YORK – Catherine Rider

La Grande Mela riuscirà a riparare due cuori infranti?
È la vigilia di Natale all’aeroporto JFK di New York. Charlotte è una studentessa inglese, in attesa del suo volo verso casa. Ha passato il peggior semestre della sua vita e non vede l’ora di lasciare a terra il malumore. Anthony è un newyorkese DOC e sta aspettando la sua ragazza per farle una sorpresa. Quello che non sa è che sta per essere lasciato, proprio in mezzo alla folla. Quando il volo di Charlotte viene cancellato a causa di una bufera, la ragazza si rassegna a trascorrere la notte in giro, in compagnia di Dimentica il tuo ex in dieci semplici step, il libro che ha appena acquistato al duty free, e di Anthony, che proprio non se la sente di tornare a casa. I due trascorreranno insieme la notte, chiacchierando e cercando di riprendersi dalle loro sconfitte sentimentali. Pian piano, grazie all’incanto della neve e alle luci magiche della città, la sofferenza lascerà il posto a qualcosa di nuovo nei loro cuori. Ma una corsa in metropolitana potrebbe impedire loro di rivelare quello che provano davvero: riusciranno a ritrovarsi prima che il volo di Charlotte parta per sempre?
Una storia romantica per chi sa scovare la magia nei fiocchi di neve
«Ho amato ogni minuto speso in questa lettura. L’alchimia tra Charlotte e Anthony è adorabile.»
«Adoro le storie romantiche ambientate a New York, le descrizioni delle luci e delle strade sono meravigliose.»
«Mi sono immedesimata subito nei protagonisti e mi ha scaldato il cuore seguire le loro vicende a spasso per la Grande Mela.»

Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary Romance
Prezzo: Ebook € 4,99                                                                                                                                       Cartaceo € 10,00 

 

 

 

 

 

Nuove Recensioni in Arrivo

Rieccomi qui!

Finalmente oggi il mio piccolo angolo di pensieri, parole e consigli di lettura riprende a funzionare “correttamente”. Ebbene sì, ho usato proprio la parola giusta! Purtroppo in queste ultime settimane il blog è stato talmente affossato dallo spam che ho dovuto capire come fare a impedire a “certi utenti” di continuare a turbare la quiete che qui solitamente regna sovrana. Ora è tutto sistemato e io finalmente posso riprendere a scrivere senza essere disturbata.

Ma veniamo immediatamente alle prossime recensioni. Avevo due libri in sospeso. Due romanzi, due storie che vorrei consigliare e di cui non vedo l’ora di parlarvi.

Lucrezia Scali con il suo nuovo romanzo L’amore mi chiede di te, si riconferma tra le mie letture preferite. Adoro il suo stile, delicato e mai ridondante. Mi sono innamorata di questa cover dal primo momento che l’ho vista. Quei colori che rilassano la mente e aprono anche un po’ il cuore.

Stavolta l’autrice del bestseller Te lo dico sottovoce (link della mia recensione: Te lo dico sottovoce ) ci porta a Roccamonte, una cittadina tranquilla, dove non succede mai molto. Per questo fa notizia anche l’apertura di una tisaneria: a gestirla è Selva, una ragazza arrivata da poco in paese. Considerata strana sin da piccola, per i suoi gusti diversi dalle coetanee, Selva ha un dono particolare: è brava ad aiutare chi è in difficoltà. Per qualsiasi problema, lei ha pronto un rimedio a base di erbe. Enea è il primo cittadino di Roccamonte: disponibilissimo con tutti, gentile e cordiale. Eppure assolutamente restio a lasciarsi coinvolgere. Tanto meno da Selva, con la quale Enea non sembra avere niente in comune. Ma nonostante si ripeta che deve starle alla larga, non può negare, almeno a se stesso, di esserne attratto. Quando finalmente tra i due sta per nascere qualcosa e lui pare deciso a lasciarsi andare, qualcuno fa ritorno in paese… Qualcuno che appartiene al passato di Enea.

Continueremo il nostro viaggio e ci sposteremo a Londra con i personaggi del primo romanzo di Alessia D’Ambrosio. Una trilogia che parte con il piede giusto e che ha riscosso un grande successo già dal primo giorno della sua pubblicazione.

Come rette parallele racconta la storia di Isabella, che lascia l’Italia per ritrovare se stessa.  Alle spalle ha una delusione d’amore che l’ha segnata e una realtà da vivere tutt’altro che semplice.

Quando la vita che stai vivendo non ti offre più nulla, hai un’unica possibilità: cambiare.
Isabella sogna un lavoro migliore, un riscatto in campo sentimentale, una vita sociale più dinamica. È con questi propositi che vola alla volta di Londra, città che le è sempre rimasta nel cuore. Durante la prima uscita con i suoi nuovi amici, Isabella si imbatte in Christopher, giovane avvocato in cerca di indipendenza. Complice un drink di troppo, i due ragazzi vivranno una notte di passione che li segnerà profondamente.
Sebbene Isabella e Christopher decidano di dimenticare quell’episodio e continuare i propri percorsi su binari differenti, il destino si metterà in mezzo per farli incontrare di nuovo. Ma quanto vale una passione? E se in gioco ci fosse il vero amore? Christopher sarebbe disposto a rinunciare alla stabilità tanto agognata per una sconosciuta? E Isabella si precluderebbe davvero la possibilità di vivere una vera favola, con tanto di principe azzurro, per una storia che forse non ha futuro?
Due rette parallele non possono incrociarsi, ma è davvero così semplice smettere di provarci?

VI ASPETTO

 

 

 

Sogna e non avere paura di farlo, sogna e non smettere mai, perché è ciò che ti tiene in vita

Iniziare l’anno nel migliore dei modi è ciò che mi ripetevo stamattina. Ecco perché, ho afferrato il romanzo che ho letto a cavallo tra la fine del 2016 e l’inizio del nuovo anno, e mi sono promessa di arrivare all’ultima riga nel più breve tempo possibile. Non stavo più nella pelle, avevo bisogno di condividere con i miei lettori le emozioni che da qualche giorno hanno preso possesso della mia anima e che mi hanno portato ora a scrivere questa recensione. Nascondere la fatica è quasi un’impresa, ecco perché spero di esserne all’altezza…cercherò di trovare le parole giuste come posso.  Il romanzo in questione,  è Non dirgli che ti manca, di Alessandra Angelini, un’autrice emergente, che ho conosciuto un po’ di tempo fa sul web, soprattutto grazie a Facebook .

La ragazza in copertina sembra avere un’espressione triste. Guarda lontano come se fosse alla ricerca di qualcosa. Indossa uno di quegli sguardi che dice tutto ma che avresti comunque voglia di scoprire a fondo… Lei è Isabella, giovane studentessa di medicina, delusa dall’amore, delusa dalla famiglia, insomma, delusa dalla vita. Il padre, un uomo di successo, ha scandito secondo i suoi ritmi, la vita della sua famiglia, prima quella della moglie, di conseguenza quella dei figli. Paolo, suo fratello, sembra voler seguire le sue orme, ma Isabella non cede, lei non diventerà come sua madre, non continuerà ad essere una pedina debole nelle mani di quell’uomo che pensa solo a salvare la faccia e la carriera. La svolta sarà segnata dalla scoperta del tradimento del suo ragazzo. E’ quella, insieme all’insistenza di suo padre di chiedere a sua figlia di dare loro un’ulteriore possibilità, la goccia che farà traboccare il vaso, il motivo per cui Isabella deciderà finalmente di non sottostare più alla tirannia di quell’uomo con cui condivide soltanto il sangue e un cognome pesante. Decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada. Si trasferisce a Bologna, continuando i suoi studi all’università. Ma un imprevisto diventerà la sua sfida più grande. Si chiama Denis, ed è il batterista di una band emergente in cerca di fama, i Bad Attitude, che dal primo sguardo si rivelerà quell’ancora di salvezza che la porterà a navigare in quel mare sconosciuto della vita che da sempre le è stato vietato esplorare. E’ un amore, il loro, che non conosce limiti, che si avviluppa tra le vene, che manda il cuore su un altro pianeta, e a cui entrambi si aggrappano fino all’ultimo respiro.

(altro…)

Per quanto tu sia razionale, ci sarà sempre una fiaba alla quale finirai per credere

Avevo questo romanzo nella libreria del mio kindle da un po’ di tempo. Credo di averlo scaricato durante le vacanze estive.
Poi qualche giorno fa, mi sono lasciata incuriosire da una copertina che non ricordavo, mentre cercavo qualche storia da leggere e che mi tenesse compagnia in questi primi pomeriggi di freddo.
Sapete bene quanta fatica mi costi trovare nuovi spunti e nuove storie che mi facciano decisamente perdere la testa, e ultimamente le letture che ho scelto e che mi hanno davvero coinvolto al cento per cento, non mi hanno reso semplice il lavoro.
Quando mi lego così profondamente ai personaggi, alle loro vicende, alle loro storie, vorrei che il romanzo successivo sia meritevole e vorrei che per un po’ mi facesse dimenticare quell’attaccamento morboso che non stenta a passare.
Dicevo… avevo dimenticato di aver acquistato questo romanzo, e ultimamente accade spesso. Ho acquistato decine e decine di libri che ad oggi ho perso il conto.

13603316_1052389364826841_2011479656266333295_o_zpsndfxnocg
Anna Nicoletto è stata davvero una bella scoperta, anzi direi: fra le migliori fin ad oggi… l’approccio ai primi capitoli è stato una svolta… pensate che l’ho letto tutto d’un fiato in un pomeriggio e in una sera. A questo punto possono accadere soltanto due cose: o la situazione sta prendendo una brutta piega e muoio dalla voglia di togliermi un peso dallo stomaco e scoprire l’autore dove vuole andare a parare, o al contrario, perché ciò che sto leggendo mi sta facendo senza ombra di dubbio perdere la testa. Mi sono ritrovata a sfogliare le pagine con naturalezza, e sono stata talmente attirata dalle vicende dei due personaggi, tanto da riuscire a sottolineare soltanto qualche breve passaggio per la mia recensione. Credo che questo libro meriterà una seconda lettura. Mi piace annotare e prendere appunti quando leggo, soprattutto quando le linee guida si incastrano perfettamente con il mio modo di scrivere.
Stavolta lo ammetto: questo romanzo avrei voluto scriverlo io! (altro…)

La lontananza sai, è come il vento, spegne i fuochi piccoli, ma accende quelli grandi.

Cari lettori, in questo periodo di assenza dal blog pensavate che mi fossi dimenticata di voi?
Ebbene: NO! come potrei…
Chi mi conosce sa che gli ultimi mesi sono stati per me molto frenetici, (presa da tanti progetti e dalla correzione del mio romanzo che con immensa gioia sono riuscita a completare), che mi hanno tenuto lontana dall’interagire con voi, ma adesso sono pronta a partire e continuare questa avventura più carica di prima.
Benché le mie giornate siano scandite da mille impegni, pensieri di ogni genere e tanto altro ancora, i miei libri non mi lasciano mai sola, lo sapete bene che saranno sempre i miei migliori amici.
Malgrado tutto, posso assicurarvi di aver letto molto dall’inizio dell’estate, collezionando una lunga serie di storie, prendendo qualche appunto qua e là, e promettendomi di scrivere pian pianino tutte le mie impressioni al riguardo. Ma andiamo con ordine.
Come dice il titolo di questo post, la lontananza dal blog non mi ha fatto perdere l’entusiasmo di scrivere, anzi, questo è diventato sempre più, giorno per giorno, forte.
E di lontanaza o distanza che dir si voglia, parleremo a breve.
Erano diverse settimane che un libro sostava nella mia libreria, in quel settore dove sono solita custodire i libri da leggere usciti di recente.
Anche lui era lì, lo guardavo, e anche lui sembrava scrutarmi. E’ stato un tira e molla, sotto un aspetto assolutamente positivo, che mi sono trascinata fino a qualche sera fa.
In realtà dovevo trovare lo sprint ed ingranare la marcia giusta (nonché un po’ di tempo da dedicargli), per afferrarlo, accoccolarmi sulla mia poltrona preferita e finalmente conoscere la storia di Isabel ed Andreas.

la-distanza-tra-me-e-te_7978_x1000-1

Sono questi i nomi che Lucrezia Scali, ha scelto per i personaggi del suo nuovo romanzo, edito anche stavolta dalla casa editrice Newton Compton, nato come dice lei “un po’ per gioco”.
Cara Lucrezia questa domanda è per te: se questo è stato il frutto di un gioco, se t’impegni sul serio, allora cosa mi combini? 🙂
Ma diciamocela tutta: le storie più belle sono quelle improvvisate, quelle che ti saltano fuori dal petto da un giorno all’altro e a cui non sai dare una spiegazione.
Un po’ a causa dei miei ormoni impazziti dell’ultimo periodo, un po’ perchè ho ritrovato molto di me stessa, ieri sera chiudendo il libro mi sono messa a singhiozzare come una teenager di quindici anni, senza motivo e senza decoro. Meno male che ero sola. Ecco: l’ho detto.
Ancora una volta, sono rimasta senza parole, e quando dico senza parole intendo sul serio S-E-N-Z-A P-A-R-O-L-E!
Se con la recensione di Te lo dico sottovoce mi sono servite circa un paio d’ore prima di formulare una frase di senso compiuto, stavolta è stata ancora più dura. La mia intenzione era quella di esternare e rendere partecipi voi delle emozioni che la lettura mi ha trasmesso, dalla prima all’ultima pagina, e far capire davvero il motivo che dovrebbe spingere anche voi a leggere il romanzo di Lucrezia se ancora non l’avete fatto.

(altro…)

<< Posso dirti un cosa? >> << Tutto quello che vuoi >> << Allora te lo dico sottovoce....>>

te-lo-dico-sottovoce_7269_x1000

 

Mia, trentenne torinese, è la protagonista di una storia che si articola tra passioni, lavoro, progetti da realizzare e un triangolo amoroso che mi ha tenuta aggrappata al mio kindle per due giorni interi.
Te lo dico sottovoce, è uno di quei romanzi che non puoi smettere di leggere, che può tenerti inchiodato su una comoda poltrona per ore. Una di quelle  storie che quando si finisce di leggere un capitolo vuoi subito passare a quello successivo, per scoprire incuriosito cosa accadrà dopo.

Inizia tutto con un sogno, un sogno ricorrente. Mia si trova su una spiaggia, mentre dal mare la raggiunge un uomo. Sarà forse il suo principe azzurro, quell’uomo che non riesce a vedere in volto? Non lo sa, perchè prima che lei possa scoprirlo, il suo compagno a quattro zampe, un meticcio di nome Bubu che l’accompagnerà in tutto il romanzo, la sveglia, ogni mattina.
Mia ha alle spalle una vita difficile, fatta di ricordi ed emozioni che fatica ad esternare agli altri, e che fanno a pugni nella mente senza che lei stessa possa tenerli a bada.
Nata in una famiglia benestante di Torino, cresce felice insieme ai suoi nonni nella casa che poi erediterà, che nel tempo le danno quell’amore di cui ha bisogno, quell’amore che sembra elemosinare dai suoi genitori, da sua madre in particolare, che non sembra accettare il suo stile di vita. Insomma, Mia è un po’ quella “pecora nera” che si trova spesso in ogni famiglia.
Disillusa dall’amore, non riesce a trovare un uomo. A dire il vero io ho avuto la sensazione che più che “non poter riuscire”, lei “non voglia” lasciarsi andare a quell’uomo che tutti sperano un giorno possa incontrare.
Mia è una sognatrice, ritrovo molto di me stessa nelle cose che fa e nell’amore che mette, e ha grandi progetti.
E’ la titolare di una clinica veterinaria, che gestisce con altri due ragazzi: Antonio e Fiamma, la sua migliore amica.
Riesce a realizzare un progetto a cui tiene tanto e per cui sta lavorando da tempo: un corso di Pet Therapy in ospedale, grazie al quale riuscirà a restituire il sorriso ad alcuni bambini molto malati. E sarà proprio in quell’ospedale che, un giorno, si imbatterà in Alberto, affascinante medico che da subito inizierà a corteggiarla. Alberto sembra l’uomo perfetto, piace alla sua famiglia, sua madre stravede per i suoi modi gentili e farà di tutto per spingere la figlia tra le sue braccia.
Ma un altro uomo entra a far parte della sua vita dalle prime pagine. E’ il suo vicino di casa, un giovane poliziotto con cui collaborerà a stretto contatto. Si chiama Diego e da poco si è trasferito a Torino dalla calda Gallipoli. Sfuggente e scostante, inizialmente non è ben visto da Mia, che lo considera uno “scocciatore” più che una persona con cui poter instaurare un rapporto. Insomma, Diego è tutto il contrario di ciò che lei vorrebbe avere.
Due uomini a confronto, che all’apparenza sembrano tanto diversi, ma che hanno uno scopo comune: quello di conquistare la giovane protagonista. (altro…)

La ragazza con l’orecchino di perla

71j1gh3dxl-_sl1440_

Ho letto questo romanzo la scorsa estate, il mio periodo ideale per leggere, quando finalmente, dopo un anno trascorso a correre e presa dalla routine quotidiana, posso accoccolarmi sulla mia poltrona preferita, e tra un sorso di tè ghiacciato e un sussurro di grilli e cicale, riesco a viaggiare con la mente attraverso le parole, i gesti e i pensieri dei personaggi, impressi tra le pagine di un ottimo libro. Ho deciso di inaugurare la mia sezione “Un libro al mese”, con il capolavoro di Tracy Chevalier, dopo averlo riposto, accuratamente, in quella zona della mia libreria, riservata ai libri del cuore, quelli che mi hanno rapito cuore e cervello, e che custodisco gelosamente.

Era un pomeriggio di luglio, mi trovavo in un negozio di libri, le mani ancora vuote e lo sguardo attento sugli scaffali. Poi, la mia attenzione fu attirata da quel viso.
(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: